c6a0eee541

WPT 5 Diamond: field pazzesco, Cheong hot e Gianluca Speranza c’è

WPT 5 Diamond: field pazzesco, Cheong hot e Gianluca Speranza c’è 17 Dicembre 2021

Uno spettacolo imperdibile.

Il $10.400 WPT Five Diamond si conferma la tappa per eccellenza nel World Poker Tour. Per storia, per blasone, per importanza del buyin, per longevità dell’evento e per la cornice in cui è incastonato: il casinò Bellagio di Las Vegas.

Nonostante i tempi di Pandemia il field si conferma uno dei più tecnici e ricchi di campioni, con 716 ingressi totali. Un numero importante alla luce appunto del momento storico che stiamo vivendo.

In 106 sono sbarcati alla terza giornata, quando mancano poche eliminazioni allo scoppio della bolla e il count ribolle di grandi nomi a caccia dell’impresa. Da Joseph Cheong a Sam Panzica, passando per Matt Berkey, Bryn Kenney, Erik Seidel, fino ad arrivare a Matt Affleck e molti altri ancora. In corsa anche il nostro Gianluca Speranza.

Vediamo cosa è successo nel WPT Five Diamond.

716 paganti

Il $10.400 WPT Five Diamond non delude certo le attese e richiama un field di tutto rispetto al Bellagio di Las Vegas. 716 i giocatori che si sono dati appuntamento ai nastri di partenza. Non si tratta ovviamente del numero più alto di sempre, ma considerando la pandemia globale e le varie restrizioni che ormai ci accompagnano da due anni, si può parlare tranquillamente di un grande successo a livello numerico.

Prodotto un montepremi netto di 6.945.200 dollari che viene ripartito in 90 posizioni a premio: cash minimo di 18.100$ e prima moneta da 1.241.430 dollari riservati al futuro campione. Numeri come sempre pesanti per questa storica tappa del World Poker Tour. In 106 superano il day 2 e quindi alla ripresa dei giochi serviranno appena 16 eliminazioni per raggiungere lo scoppio della bolla.

Field supersonico

Fra i 106 players che si avviano alla terza giornata sono in netta maggioranza i volti noti. Il comando del count è nelle mani di Ben Hamnett che in bacheca ha già un titolo WPT e cerca il bis nell’evento degli eventi. Imbusta 800.000 chips davanti a Johan Schumacher che lo tallona a quota 714.000. Attenzione però a Joseph Cheong. Il terzo classificato nel main event WSOP 2010 si porta a ridosso del podio virtuale con il quarto stack in gioco: 673.000 fiches.

Nella sola top ten troviamo poi Matt Berkey (648.000), Elio Fox (621.000), Sam Panzica (588.000) e Matt Affleck (578.000). A ridosso dei quartieri nobili spuntano le sagome dei vari Bryn Kenney (511.000) e Dylan Linde (406.000). In agguato c’è anche quella vecchia volpe di Erik Seidel: il noto pro americano mette dentro la busta 385.000 unità, pronto a sferrare la zampata decisiva.

Gianluca Speranza promosso al day 3

Gianluca Speranza è l’unico azzurro presente nel $10.400 WPT Five Diamond. L’abruzzese è ormai un regular dei grandi appuntamenti dal vivo ed è rimasto a Las Vegas, anche ben oltre le WSOP 2021. In mezzo a tanti nomi di spicco, il player aquilano si mette in luce con 194.000 pezzi.

Occupa la 60° casella del count e di fatto lo troviamo a metà del gruppo. Considerando che il gioco riprenderà dal livello 3.000-5.000 big blind ante 5.000, l’azzurro ha dalla sua poco meno di 40 big blind. C’è spazio e margine per mettere in piedi la rimonta, oltre che affrontare la zona bolla senza grosse ansie.

Negreanu out e polemico

Il day 2 del $10.400 WPT Five Diamond ha sancito l’eliminazione di Daniel Negreanu, dopo che lo stesso canadese era già stato bustato nel corso del day 1. Ma quello che fa notizia per una volta, non è tanto l’uscita di scena del sei volte campione WSOP, quanto le pesanti parole utilizzate tramite twitter per attaccare la poker room del Bellagio.

Secondo Kid Poker, il Bellagio dal punto di vista del poker ha perso il fascino di una volta, ma soprattutto la gestione attuale non è all’altezza del marchio e del passato di questo glorioso casinò. A far indispettire Negreanu ci ha pensato la limitata presenza di tavoli per il cash game, con ripercussioni anche sui tavoli da torneo. Da una parte quindi poca offerta e dall’altra lunghe code nelle liste di attesa per potersi sedere al torneo.

Daniel Negreanu by Pokernews.com

Il suo tweet ha fatto rumore e creato dibattito fra coloro che seguono sui social il canadese. Secondo il punto di vista di Daniel, altre location come Venetian e Wynn hanno ormai da tempo superato l’offerta del Bellagio che resta ancorato al nome, ma non al passo con i tempi nell’offerta di poker live. Parole che faranno ancora discutere.

La top 10

1. Ben Hamnett 800,000

2. Johan Schumacher 714,000

3. Taylor Black 689,000

4. Joseph Cheong 673,000

5. Matt Berkey 648,000

6. Elio Fox 621,000

7. Stephen Foutty 604,000

8. Sam Panzica 588,000

9. Matt Affleck – 578,000

10. Sergio Fernandez 561,000