5f7d07b313

WSOPE 2021: Ricci e Camosci, attenti a quei due nell’High Roller

WSOPE 2021: Ricci e Camosci, attenti a quei due nell’High Roller 30 Novembre 2021 Matteo Felli

WSOPE 2021, dove il gioco inizia a farsi duro.

Ecco il primo evento dal buyin esclusivo al King’s, con il €25,000 NLH Platinum High Roller che assicura un milione di euro nel prize pool. Du gli italiani che completano il giro di boa verso il day 2: Andrea Ricci ed Enrico Camosci.

Un altro italiano sogna e spera, ma avrà bisogno anche del supporto della buona sorte. Si tratta di Nicola D’Anselmo che raggiunge il tavolo finale del €1,100 NLH Bounty Hunter,ma con l’ultimo stack in gioco a 6 left.

Crollo italiano invece nel €550 NLH COLOSSUS. Ben quattro gli azzurri al tavolo finale dell’evento#5, con Matteo Calzoni leader, ma il bracciale non è avvolto nel tricolore. Mastichiamo amaro anche nel €2,500 Short Deck alle WSOPE 2021: tre azzurri al final day e nessuno che centra la zona premi.

Vediamo quello che è successo alle WSOPE 2021.

Ricci e Camosci che coppia

Alle WSOPE 2021 arrivano anche i buyin pesanti ad aggiungere pepe allo spettacolo. Nel €25,000 NLH Platinum High Roller le emozioni non mancano, grazie anche a due italiani che staccano il pass per la seconda giornata. Andrea Ricci è ormai una macchina da guerra per quanto concerne i tornei dal vivo.

Accumula chips su chips senza sosta e si porta al nono posto del count con 1,076,000. Dopo aver vinto il 12 settembre scorso sempre al King’s il main event WSOPC, Andrea Ricci ora insegue il sogno del bracciale. Con lui, nell’assalto alla seconda giornata, ci sarà quel cecchino di Enrico Camosci. Fenomenale grinder online, il bolognese ha dimostrato di sapere il fatto suo anche dal vivo. Imbusta 730.000 fiches e promette battaglia.

Nella prima gironata dell’evento#10, sono stati 52 a versare il corposo buyin sulla strada che porta al milione garantito, con 33 che passano al day 2. Ma si tratta di dati non definitivi, in quanto la late registration chiude nella seconda giornata. Comanda la truppa Jordan Westmorland: l’americano fa storia a sé nel day 1 e con 3.7 milioni mette la freccia al primo posto.

Il count

1 Jordan Westmorland 3,715,000

2 Julien Martini 2,240,000

3 Johan Guilbert 1,845,000

4 Laszlo Bujtas 1,465,000

5 Fahredin Mustafov 1,400,000

6 Tom-Aksel Bedell 1,343,000

7 Jack Sinclair 1,278,000

8 Eelis Pärssinen 1,077,000

9 Andrea Ricci 1,076,000

10 Christophe Panetti 1,026,000

D’Anselmo ci crede

Alle WSOPE 2021 è già tempo di tavolo finale nell’evento#9. Il €1,100 NLH Bounty Hunter non ha fatto sconti con 604 paganti e appena 6 players in lizza per il bracciale. Fra questi c’è Nicola D’Anselmo, ma l’azzurro ha bisogno di un raddoppio immediato, considerando che si trova sul fondo del count con appena 7 big blinds.

Il suo stack è formato da 1.850.000 chips, ma la struttura turbo del torneo non concede molo margine di manovra nemmeno al resto della tuppa. Il leader ad esempio, Tim Novotny, con 4.3 milioni ha in realtà 17 big blinds. Insomma una situazione molto particolare e ancora più spettacolare grazie alle pesanti taglie in gioco. Chi vince porta a casa il bracciale e la prima moneta da 79,282 euro.

Il payout

1 Tim Novotny 4,300,000

2 Michael Strauch 3,500,000

3 Pablo Finini 3,250,000

4 Sergiu Covrig 3,175,000

5 Romain Le Dantec 2,275,000

6 Nicola D’Anselmo 1,850,000

Che rabbia nel Colossus

Ci credevamo nel bracciale, nel €550 NLH COLOSSUS alle WSOPE 2021. Quattro italiani al tavolo finale però, non sono bastati per il secondo trionfo nell’edizione in corso. Il primo dei nostri a mollare la presa è Gabriele Re in nona piazza, quando si scontra nel derby azzurro con Ricci. Gabriele parte avanti con rispetto a di Andrea, ma un al flop ribalta tutto e Re si avvia alle casse per 13 mila euro.

Aurelio Reggi parte ultimo nel count e in qualche modo risale la china, prima di alzare bandiera bianca al settimo posto. La sua corsa si esaurisce in un allin a tre: per lui, vs di Zlatin Penev e di Ricci. Una permette oil triple up al bulgaro, con Reggi out per 22 mila euro.

Matteo Calzoni by Pokernews.com

Lo stesso Andrea Ricci pagherà dazio in maniera pesante a quattro left. Muove allin con vs di Riadh Farhat. Quest’ultimo parte sotto ad un treno, ma hitta il trip di sei che costringe all’eliminazione Ricci per 50 mila euro. Restiamo quindi con il solo Matteo Calzoni in gioco: da leader del tavolo finale al terzo posto, quando non trova aiuti vs di Edmond Jahjaga.

Per l’ultimo azzurro in gara ci sono 67 mila euro a rendere meno amara la sconfitta. Il duello per il titolo è tutto un discorso tra Edmond Jahjaga e Riadh Farhat, con il primo che riuscirà ad avere la meglio: bracciale e assegno da 147,775 euro.

Il payout

1 Edmond Jahjaga Kosovo €147,775

2 Riadh Farhat France €91,318

3 Matteo Calzoni Italy €67,596

4 Andrea Ricci Italy €50,506

5 Roman Krahula Czech Republic €38,095

6 Zlatin Penev Bulgaria €29,008

7 Aurelio Reggi Italy €22,302

8 Fotios Ntamaris Greece €17,314

9 Gabriele Re Italy €13,574

Martini beffa tutti

Il report sulle WSOPE 2021 si chiude con il €2,500 Short Deck alle WSOPE 2021. Nel day 2, con 20 players left a caccia di 15 posizioni a premio avevamo tre italiani in gara: Gianluca Marcucci in top ten, con Denis Martini e Luigi Pignataro super short sul fondo del count. Incredibilmente nessuno dei tre evita le cinque eliminazioni che separano i giocatori dallo scoppio della bolla.

Il Bubble man è niente meno che Bertrand “ElkY” Grospellier. Il francese muove allin con A-10 sul board 9-8-Q-K-9 e si arrende al trips del connazionale Julien Martini che ha dalla sua 10-9. Proprio il transalpino metterà il bracciale al polso nell’evento#8. L’ultimo a cadere sotto i suoi colpi è Philipp Schwab. Per il neo campione c’è l’assegno da 60 mila euro a completare un grandissimo trionfo, oltre al secondo alloro in carriera.

Il payout

1 Julien Martini France € 60,009

2 Philipp Schwab Germany € 37,087

3 Emil Bise Switzerland € 26,182

4 Reto Herrmann Switzerland € 18,856

5 Brian Cornell Germany € 13,858

6 Christian Stratmeyer Germany € 10,399

7 Nicolas Bokowski Germany € 7,971