Andrea Romeo a PIW: “Las Vegas sempre magica. Ora l’EPT e poi sotto con lo studio!”

PIW Intervista – Abbiamo appena sentito Andrea Leonardo Romeo, reduce dalla trasferta a Las Vegas. Ecco cosa ci ha detto…

PIW intervista Andrea Leonardo Romeo

Ciao Andrea, è un piacere riaverti con noi. Parliamo subito di WSOP 2022, ti va di raccontarci sensazioni ed emozioni per un’esprienza che immagino sia stata esaltante?

Ciao Peppe, il piacere è mio. Ovviamente la trasferta a Las Vegas è sempre magica. Fa storia a se, sia per fascino che per il sogno di poter compiere un’impresa straordinaria come quella di vincere un braccialetto. Alla fine, anche se per me è stata la quinta volta, resta e resterà sempre un emozione unica andare a giocare in America.

Se non sbaglio, hai centrato una bandierina al Millionaire Maker per circa 7.500 dollari di premio. Ovviamente la modalità torneo non è il tuo main game, ti chiedo quindi di fare, ovviamente se ne hai voglia, un bilancio sulla tua esperienza a Vegas.

Si, in realtà ho giocato praticamente solo quel torneo, che tra l’altro ha avuto quasi 8.000 entries. Purtroppo, da cash gamer, quando si gioca con average da 25 BB vado ancora in tilt :). Resta però il fatto che sono stato comunque l’Italiano che in questo evento ha fatto meglio.

Per quanto riguarda invece il cash game è andato abbastanza bene, anche se speravo di più. Ho giocato molte ore, tra il Bellaggio e il Bally’s, con un field che diventa sempre piu pieno di professionisti.

Pensi di tornare a Las Vegas anche nei prossimi anni?

Las Vegas sarà una tappa fissa, fino a quando la mia “carriera” da poker player non finirà. Il prossimo anno ho già pianificato di studiare meglio gli MTT e quindi di giocare molto più eventi alle prossime World Series of Poker.

Lo stack di Andrea durante uno dei Day del Maker

“Da settembre studierò per affrontare al meglio i tornei”

Adesso torna l’EPT, che qualche mese fa ti ha regalato la notorietà con il 12esimo posto nel Main Event di Praga. Ci sarai a Barcellona?

Penso proprio di si. La prossima tappa dell’European Poker Tour si giocherà nella mia seconda città del cuore, dove ho anche vissuto per diversi anni. In realtà, da siciliano, spostarmi in estate da questi posti meravigliosi non è semplice.

Credo però che andrò, soprattutto perché la struttura si addice molto ad un cash gamer come me.

Qual è il tuo programma per la fine del 2022?

Posso dirti che già da Settembre, una volta archiviato l’EPT di Barcellona, mi metterò a studiare con più vigore e costanza i tornei per affrontare poi al meglio le migliori manifestazioni in Europa.

Perfetto, grazie Andrea. In bocca al lupo e alla prossima

Grazie a te, un saluto a tutti.

Per tutte le altre interviste, news e aggiornamenti, restate sintonizzati con la nostra home. Clicca qui, invece, se vuoi conoscere il palinsesto completo dell’oramai imminente EPT di Barcellona.