WSOP 2023 Main Event Day6: 3 italiani per la prima volta al day7. Zlatan Penev 3° al evento #79 per $301.000

WSOP 2023 Main Event Day6. Il miglior risultato alle World Series of Poker, in termini di premio, lo porta a casa Zlatin Penev (in foto) che sfiora il braccialetto all’evento #79 dove si ferma al 3° posto per 301K, confermandosi uno dei migliori torneisti che possiamo schierare. Intanto al Main Event portiamo 3 italiani al day7, tra i 49 players left. Gli azzurri Lamanna, D’Aquilio e Holzner ci credono verso il day7 che sarà la giornata determinante che ci porterà i magnifici 9 del final table.

WSOP 2023 Main Event Day6: 3 italiani al day7, non era mai successo!

Iniziamo come sempre dal Event #76: $10,000 WSOP Main Event World Championship che ha concluso un day6 che iniziava con 149 players left. Ne vengono eliminati esattamente 100 e al termine della giornata avremo i 49 giocatori che si ritroveranno per il day7, col sogno del final table milionario. La giornata iniziava con 3 italiani, e tutti e 3 passano un altro taglio, con un super Pierpaolo Lamanna che con 18.8 milioni in chips è il migliore dei nostri, e riesce addirittura a raggiungere la top-10.

Passano anche Diego D’Aquilio (7.8 milioni in chips e protagonista di un bel pot e di un eliminazione eccellente, quella di Nicholas Rigby) e Daniel Holzner che invece è sceso molto e riprenderà la sua corsa dal basso con 2.050.000 gettoni. Si tratta comunque della prima volta in cui l’Italia riesce a piazzare tre giocatori al day7.

CHIPCOUNT AZZURRO
8 PIERPAOLO LAMANNA 18.875.000
34 DIEGO D’AQUILIO 7.800.000
47 DANIEL HOLZNER 2.050.000

WSOP 2023 Main Event Day6: Joshua Payne chipleader, occhio ad Alec Torelli

Non sarà italiano, ma è un grande amico dell’Italia, ha antenati del bel paese ed è stato anche a Parma (città della moglie), parliamo di un nome molto noto nel mondo del poker, Alec Torelli, che è in piena corsa al Main Event visto che con 21 milioni in gettoni è al 6° posto di un chipcount che vede Joshua Payne come chipleader con 47 milioni, seguito dallo spagnolo Juan Maceiras Lapido.

Non molla Ryan Tosoc, chipleader nei giorni precedenti, che scende a 9 milioni ma è ancora in piena corsa, così come il record man di anelli WSOPC, Maurice Hawkins, ancora in gioco con 5 milioni.

Non mancano nemmeno le eliminazioni eccellenti, come quella di Tony Dunst che dopo essere stato protagonista negli ultimi giorni, esce al 66° posto con una bad beat visto che chiude scala al River, peccato che l’avversario faccia meglio, sempre al River, con una scala colore. Eliminato anche il runner up del Main del 2010, John Racener, che non vince il flip con A-K contro 9-9 ed esce al 53° posto per $188.400.

TOP-10 CHIPCOUNT MAIN EVENT
1 Joshua Payne Berkeley Lake, GA, US 47,950,000
2 Juan Maceiras Lapido La Coruna, ES 40,500,000
3 Daniel Weinman Atlanta, GA, US 24,375,000
4 Richard Ryder US 22,650,000
5 Tim Van Loo Vienna, AT 21,700,000
6 Alec Torelli IRVINE, CA, US 21,075,000
7 Daniel Scroggins Burlington, KY, US 20,800,000
8 Pierpaola Lamanna Rome, , IT 18,875,000
9 Nicholas Gerrity Stratford, CT, US 18,075,000
10 Ryan Tamanini Hanover, PA, US 17,325,000

Comparatore Poker 1

Senza deposito:

Nessuna Promo

Con deposito:

20€ subito e un bonus del 300% fino a €1.091

4.8 Visita il Sito Recensione 2

Bonus Benvenuto: Vip Rewards

Aggiornamento istantaneo del Livello VIP. Potrai utilizzare il Convertitore bullibet poker per trasformare i tuoi Punti in Bonus Cash.

4.8 Vai al Sito Recensione

Bonus Benvenuto: Vip Rewards

Aggiornamento istantaneo del Livello VIP. Potrai utilizzare il Convertitore bullibet poker per trasformare i tuoi Punti in Bonus Cash.

3

Senza deposito:

Nessuna Promo

Con deposito:

Bonus del 400% fino ad un massimo di €1200

4.5 Visita il Sito Recensione

Event #79: $2,500 No-Limit Hold’em, Penev chiude 3°

Si è concluso l’Event #79: $2,500 No-Limit Hold’em dove l’Italia ha sognato fino all’ultimo con Zlatin Penev che si arrende al 3° posto per $310,528 e questo è il premio migliore finora vinto da un azzurro a questa edizione delle World Series of Poker. Dopo 3 giorni di gioco con un Field da 2,068 entries, la vittoria da $682,432 va allo spagnolo Samuel Bernabeu che vince il primo braccialetto in carriera, superando James Anderson all’heads up finale. Da segnalare anche il 4° posto del big più importante in gioco, Seth Davies.

Riviviamo i momenti salienti del torneo di Penev, noto online col nickname di Bulgaro98. Penev ha dominato il torneo in diversi momenti del final table dove è stato anche chipleader, arrivando alla pausa cena con 33,8 milioni e un Davies vicino all’eliminazione che arriverà da li a poco per mano di Bernabeu. Penev scende a 26,6 milioni perdendo un colpo contro Anderson che con A-A vince il pot su un board J-Q-Q-4-10 su cui Penev fa muck. Dopo altre mani interessanti e dopo una serie di alti e bassi (con un Bernabeu fortunato, rimasto corto e ai resti con Q-Q che reggono contro A-K di Penev), Bulgaro98 forza qualche colpo, scende a 9 milioni ma riesce a raddoppiare con Q-10 a fiori contro K-2 di Anderson (10 al flop) tornando a 18 milioni, prima del colpo fatale.

La mano dell’eliminazione vede Penev da SB mandare i resti per 15 milioni trovando il call immediato del BB, Bernabeu, che mostra A-Q a picche. Penev ha una coppia di 5 ma il flop parla subito chiaro (A-Q-K) e non gli lascia scampo. Per Penev rimane comunque una grande prestazione e una conferma, ancora una volta, della sua qualità di giocatore che lo scorso anno è stato capace di vincere 2 tornei a Malta nel giro di un mese, e che nel 2023 ha vinto l’IPO San Remo.

FINALE EVENTO #79 NLH
1 Samuel Bernabeu $682,436
2 James Anderson $421,761
3 Zlatin Penev $310,528
4 Seth Davies $230,772
5 Diego Vazsorgatto $173,121
6 Justin Kindred $131,111
7 Ramon Fernandez $100,252
8 Derek Normand $77,401
9 Daniel Schill $60,346
10 Kartik Ved $47,516

Event #80: $25,000 H.O.R.S.E. High Roller

Va in archivio anche lo spettacolare Event #80: $25,000 H.O.R.S.E. High Roller che viene vinto da uno straordinario Josh Arieh che aveva iniziato questa edizione alla grande, per poi calare nella parte centrale, e ora è tornato per chiudere col botto, con una prima moneta da $711,313 e il 6° braccialetto in carriera (il 2° in questa edizione). L’ultimo ad arrendersi è Dan Heimiller, poi arriva il cinese Yingui Li, davanti al portoghese Joao Vieira che iniziava la giornata da chipleader. Da segnalare anche il 5° posto di Mike Matusow e il 6° di John Hennigan.

FINALE EVENTO #80 HORSE
1 Josh Arieh (USA) $711,313
2 Dan Heimiller (USA) $439,622
3 Yingui Li (Cina) $319,906
4 Joao Vieira (Portogallo) $236,163
5 Mike Matusow (USA) $176,904
6 John Hennigan (USA) $134,491
7 Johannes Becker (Germania) $103,795
8 Scott Seiver (USA) $81,337
9 Hal Rotholz (USA) $64,733

Event #81: $600 Ultra Stack

Si è giocato anche il day1B del Event #81: $600 Ultra Stack che ha richiamato altri 4.116 giocatori, portando il totale di questo torneo a 7.207 iscritti. Dalla giornata di ieri passano in 312 con Rassoul Malboudi al comando del chipcount. Ieri l’Italia ha avuto un ottimo Davide Muccini che ha chiuso al 4° posto, questa volta non si segnala nessun azzurro al day2 (tra gli eliminati figura Mario Adinolfi).

TOP-10 CHIPCOUNT EVENTO #81 ULTRA STACK
1 Rassoul Malboubi United States 3,615,000
2 Leonard Clementi United States 3,500,000
3 David Rich United States 2,950,000
4 Qiang Xu China 2,940,000
5 Robert Sherwood United Kingdom 2,880,000
6 Samuel Von Kennel United States 2,375,000
7 Shane Rose United States 2,320,000
8 Michael Lane United States 2,300,005
9 Brandon Hamlet United States 1,980,000
10 Michael Majarais United States 1,965,000

Event #82: $3,000 Pot-Limit Omaha (6-Handed)

Piazzamento a premio per Max Pescatori al Event #82: $3,000 Pot-Limit Omaha (6-Handed) che lo ha visto chiudere al 140° posto per $4.829 di premio. La giornata iniziava con una grande speranza per gli azzurri, Matteo Di Persio, che partiva dal 6° posto del chipcount, ma che non ritroviamo tra i 35 players left al termine del day2. Comanda Dustin Goldklang che con 4.2 milioni in chips stacca tutti, ad iniziare da Connor Drinan al 2° posto con 3.2 milioni.

TOP-10 CHIPCOUNT EVENTO #82 PLO
1 Dustin Goldklang US 4,225,000
2 Connor Drinan US 3,270,000
3 Marc Lagaze US 2,530,000
4 Matthew Parry US 2,500,000
5 Benjamin Juhasz HU 2,480,000
6 Lukas Zaskodny CZ 2,035,000
7 Brandon Shack-Harris US 1,865,000
8 Tyler Gaston US 1,745,000
9 Joshua Stefansky US 1,670,000
10 Eric Hayes US 1,430,000

Max Pescatori

Event #83: $1,500 Short Deck

All’Event #83: $1,500 Short Deck hanno partecipato 363 giocatori e solo in 9 sono passati al termine della prima giornata. Niente da fare per Dario Sammartino che si difende alla grande, ma si deve arrendere nelle ultime battute di giornata, all’11° posto per 6.606 dollari di premio. ITM un altro azzurro, Roberto Giofre 34° per 3.017 dollari di premio. Al comando del chipcount troviamo David Prociak; si gioca per braccialetto e prima moneta da $111,170.

CHIPCOUNT EVENTO #83 SHORT DECK
David Prociak 2,040,000
Robert James 1,622,000
Thai Ha 1,200,000
Matan Gabay 1,054,000
Moses Alosh 784,000
Ryan Laplante 771,000
Wai Kiat Lee 734,000
Marcos Exterkotter 611,000
Adam Adler 515,000

Event #84: $50,000 High Roller

E’ iniziato anche lo spettacolare Event #84: $50,000 High Roller che ha richiamato 137 campioni e grandi nomi, e in 44 sono passati alla 2° giornata. Ovviamente parliamo di un Field di primo livello, e lo vediamo già dai primi nomi del chipcount comandato da Yang Wang su Fedor Holz. C’è anche il campione del mondo norvegese Espen Jørstad che riprenderà dal 8° posto, e top-10 pure per Nacho Barbero, davanti a Pedro Garagnani.

Ci ha preso gusto anche Sergio Aguero; il Kun se la gioca anche nelle varianti e passa tra i big con 880K valide per il 21° posto, così come ritroveremo Daniel Negreanu (685,000), Jason Koon (650,000), un altro ex campione del mondo, Damian Salas (590,000), Seth Davies (410,000) fresco del 4° posto all’evento #79, e tra gli ultimi del chipcount Mikita Badziakouski (360,000), David Coleman (235,000) e Sean Winter (155.000) che è il più corto in assoluto.

TOP-10 CHIPCOUNT EVENTO #84 HORSE HIGHROLLER
1 Yang Wang (Cina) 2,175,000
2 Fedor Holz (Germania) 1,990,000
3 Stefan Schillhabel (Germania) 1,915,000
4 Vlad Darie (Romania) 1,830,000
5 Dylan Linde (USA) 1,770,000
6 Jake Schindler (USA) 1,740,000
7 Masashi Oya (Giappone) 1,430,000
8 Espen Jorstad (Norvegia) 1,340,000
9 Brandon Wittmeyer (USA) 1,330,000
10 Nacho Barbero (Argentina) 1,305,000